MILANO CAPITALE DELLA PRODUTTIVITÀ - Leadership del capoluogo lombardo anche per il livello di valore aggiunto. Anche Monza e Cremona nella top ten dei capoluoghi più produttivi

17.09.2018

 

 

Milano è la città più produttiva d’Italia, con livelli comparabili a livello internazionale con Paesi quali il Regno Unito, il Belgio e la Svezia.

 

Il ruolo di capitale economica d’Italia del capoluogo lombardo è stato recentemente confermato dai numeri diffusi dall’Istat, che ha per la prima volta stimato le principali variabili di conto economico delle imprese con un maggiore dettaglio territoriale, permettendo così di valutare l’apporto dei comuni al valore aggiunto delle imprese di Industria e Servizi.

 

In base alle elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato, Milano conquista la leadership sia per produttività - 70.547 euro per addetto nella media in tutti i settori, con il valore più elevato nei Servizi (67 mila euro per addetto) e al quarto posto per produttività nell’Industria (93 mila euro per addetto) – che per livello del valore aggiunto (il 7,3% del totale nazionale dell’Industria e dei Servizi non finanziari).

 

Nella classifica dei primi 10 capoluoghi in Italia per produttività nel totale dei settori oltre a Milano ci sono altre due città lombarde: Monza con 56.620 euro e Cremona con 53.654 euro.

 

Tra i capoluoghi italiani top ten del Manifatturiero esteso e Costruzioni (statisticamente descritto come Industria) per produttività più elevata 4 sono lombardi: Pavia con 109.502 euro,  Milano con 92.630 euro, Cremona con 85.230 euro e Monza con 85.049 euro.

 

Nel comparto dei Servizi oltre a Milano, che detiene la prima posizione per produttività con 67.242 euro per addetto, tra le top 10 si classifica anche Monza, con 47.466 euro “Che il territorio di Milano e la Lombardia in generale abbiano una forte vocazione produttiva non è certo una novità – commenta il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti – Questa classifica però quantifica per la prima volta il contributo delle province lombarde al valore aggiunto e alla produttività nazionale, e fornisce una visione concreta del ruolo delle nostre imprese all’interno dell’economia dell’Italia: un vero e proprio motore, se si pensa che in queste aree si raggiungono livelli di produttività da Nord Europa”.

 

 

 

 

 

 

 

Per informazioni:

Michela Fumagalli - Ufficio stampa e comunicazione Confartigianato Lombardia

339/3713053 – [email protected]

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio