REGIONE LOMBARDIA: APPROVATA LA MANOVRA FINANZIARIA REGIONALE - Stanziamento aggiuntivo di 19 mln di Euro a favore delle imprese

19.12.2018

 

 

 

 

Il Consiglio regionale della Lombardia approva a maggioranza la manovra di bilancio regionale, ovvero la Legge di Stabilità e Bilancio di Previsione 2019-2021.

 

Nessun aumento della pressione fiscale e mantenimento delle agevolazioni fiscali esistenti, riduzione delle spese di funzionamento e contenimento della spesa corrente che resta invariata rispetto al 2018: sono questi i tratti salienti del Bilancio di Previsione 2019, fissato in 25 miliardi e 448 milioni e 900mila euro.

 

Significativo l’incremento di dotazione a favore delle imprese, con un’integrazione pari a ben 19 milioni di euro nel triennio 2019-2021, che andrà a rafforzare il sistema manifatturiero, imprenditoriale e artigiano della Lombardia.

 

Tra le misure più significative contenute nel Bilancio di Previsione si segnalano 30 milioni di euro per ecoincentivi e interventi di miglioramento della qualità dell’aria nel biennio 2019-2020; 19 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese e del settore artigiano; 19 milioni e 670 mila euro per interventi di consolidamento dei ponti e delle infrastrutture stradali; 16 milioni e 700mila euro per la manutenzione della rete viaria regionale; quasi 10 milioni di euro per il pacchetto sicurezza; 2 milioni di euro sono destinati a iniziative finalizzate a incentivare l’attrattività turistica del territorio; 2 milioni di euro sono riservati a sostegno di botteghe e negozi storici. Ampliata anche la fascia di Comuni dove le imprese che insediano nei rispettivi centri storici nuove attività commerciali e artigianali possono contare per tre anni sull’esenzione dal pagamento dell’IRAP: la soglia demografica di tali Comuni viene infatti abbassata da 50mila a 40mila, e tale agevolazione viene estesa a tutti i Comuni fino a 3mila abitanti indipendentemente dall’ubicazione dei nuovi insediamenti.

 

Nella Legge di Stabilità si segnala per l’anno 2019 la rimodulazione per 12,5 milioni di euro delle risorse destinate al finanziamento del programma FESR 2014-2020 per favorire crescita e occupazione; la riprogrammazione di risorse per un importo pari a 20 milioni di euro sul fondo di garanzia “Al via” per concedere agevolazioni economiche alle piccole medie imprese per il loro sviluppo aziendale; lo stanziamento di 10 milioni di euro per ecoincentivi commerciali con agevolazioni sulle rottamazioni e esonero per tre anni dal pagamento del bollo auto.

 

Portato da 20 a 30 milioni di euro lo stanziamento del fondo pluriennale per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale.

 

“Apprezziamo particolarmente l’attenzione che Regione Lombardia ha riservato alle imprese e in particolare alle micro e piccole imprese, che è frutto di un percorso condiviso sui temi chiave per lo sviluppo del sistema lombardo. Molto positivo anche l’investimento sulle infrastrutture, fattore sempre più fondamentale per la crescita competitiva dell’intero territorio. Ora la prossima sfida che ci attende – dichiara Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia - è quella dell’autonomia, che consentirebbe di liberare ulteriori risorse da destinare agli investimenti. Sosteniamo quindi fortemente l’invito fatto in questi giorni al Governo dal Presidente Fontana, per una definizione rapida del testo della futura legge sull’autonomia della nostra Regione”.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio