SONDRIO: ANAEPA - Confartigianato Edilizia a Sondrio segnali di ripresa e buone prospettive future Panizza e Abram “Siamo vicini alle imprese e ai lavoratori del territorio”

21.12.2018

 

 

Si è svolto il 19 dicembre u.s. a Tirano il consiglio direttivo di Anaepa-Confartigianato Edilizia Sondrio. L’organismo attivo in seno a Confartigianato Sondrio è composto dai rappresentanti delle imprese artigiane e delle piccole imprese operanti nel settore delle costruzioni di tutta la provincia di Sondrio ed è presieduto dal tiranese Paolo Panizza. La scelta di svolgere in maniera itinerante il Consiglio (dopo Chiavenna la seduta di Tirano) nasce dalla volontà di rafforzare la vicinanza del sodalizio al territorio.

 

Diversi i temi affrontati nel corso della riunione: dalla congiuntura ancora molto difficile ma con segnali incoraggianti (bonus fiscali e stabilità occupazionale) che fanno ben sperare per il futuro, ai rapporti in seno agli enti bilaterali del comparto ed alle problematiche sindacali in senso stretto, fino ad arrivare all'evoluzione storica del comparto ed agli scenari più prossimi (riqualificazione del patrimonio immobiliare).

 

L’attenzione del Direttivo si è concentrata inoltre sulle opportunità offerte ai propri aderenti: la recente apertura dello Sportello SOA,  la consulenza alle aziende che intendano attestarsi o rinnovare l’attestazione, passando dalle convenzioni per il supporto sulle migliori soluzioni in caso di necessità di fideiussioni assicurative. Da non dimenticare le collaborazioni per agevolare gli iscritti nello svolgimento degli adempimenti sugli “apparecchi da sollevamento” come le verifiche previste dal D.lgs. 81/08 e le verifiche suppletive oltre i 20 anni dalla messa in funzione. Di particolare importanza anche la convenzione con Secam Spa per agevolare lo smaltimento dei rifiuti prodotti dagli imbianchini e dagli applicatori.

 

Da ultimo il tema centrale della sicurezza nei cantieri di lavoro con il rinnovato impegno sia verso ogni azione di prevenzione sia con la propria diretta partecipazione ai tavoli promossi a livello locale dalle autorità pubbliche. L’impegno del Direttivo e dell’associazione tutta ha consentito - nonostante il perdurante calo del numero di imprese edili iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio - ad un leggero aumento delle imprese associate nel corso del 2018 rispetto all’anno precedente. Un dato quest’ultimo in controtendenza rispetto all’ultimo decennio che è stato letto e vissuto dal Consiglio come uno stimolo a proseguire lungo la linea tracciata nell’ultimo anno.

 

 “Come associazione – ha sottolineato il Presidente del Direttivo Paolo Panizza – stiamo lavorando per creare migliori condizioni di lavoro per le piccole imprese, vero tessuto socio economico del territorio. L’invito agli imprenditori è quello di andare a consultare il portale www.artigiani.sondrio.it per conoscere tutte le opportunità per gli aderenti.”

 

“Gli appalti a chilometro zero – ha aggiunto Roberto Abram Vicepresidente del Direttivo  - resta una battaglia aperta. In alcuni casi questa rappresenta un’esigenza per assicurare la sopravvivenza delle imprese. Non vedo altra strada per un territorio di confine e di montagna per evitare la perdita di posti di lavoro e di significative esperienze da parte delle maestranze. Le piccole imprese che operano nel settore dell’edilizia sono in provincia circa 1800 e danno lavoro a circa 4100 addetti; senza contare l’indotto (impiantisti, legno, affini, etc) composto da almeno 1500 imprese. Siamo di fronte complessivamente a circa 2800 imprese.”

 

I

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio