BERGAMO - Confartigianato Bergamo premiata per il secondo anno come luogo che promuove la salute

25.01.2019

 

 

Lo scorso 29 novembre, in occasione della premiazione di fine anno tenutasi ad Astino, Confartigianato Imprese Bergamo ha ottenuto il riconoscimento per le buone pratiche attivate durante il secondo anno di adesione al Progetto WHP, ricevendo 8 targhe (una per la sede principale e le altre per gli altri 7 Poli in cui è statutariamente suddiviso il territorio provinciale) e una targa per la società di servizi Formart SRL, che certificano che “Confartigianato è un luogo che promuove la Salute!”.

 

Anche durante il 2018 Confartigianato Imprese Bergamo ha infatti posto in essere numerose iniziative, attività, convenzioni e suggerimenti relativamente a due temi scelti tra quelli previsti dal progetto, ossia quello dell’Attività fisica e quello del Contrasto al fumo.

 

Per quanto riguarda l’Area dell’Attività fisica l’Associazione ha offerto ai dipendenti convenzioni o incentivi premiali riguardanti abbonamenti a palestre e centri sportivi (Coral) e/o l’acquisto di abbigliamento e attrezzature sportive (Dechatlon). Inoltre ha favorito la partecipazione dei dipendenti a iniziative sportive come “Moovin” legata ad una app per fare esercizio fisico e a manifestazioni come la StraBergamo e a giugno ha organizzato una partita di calcetto a 7 tra la squadra dei dipendenti di Confartigianato e quella dei giovani artigiani. Infine ha realizzato una campagna informativa interna sulla promozione dell’attività fisica mediante cartelli posti in prossimità degli ascensori per incentivare l’uso delle scale e messaggi sul tema allegati alle buste paga.

 

Per l’Area di Contrasto al fumo Confartigianato Imprese Bergamo ha attivato una campagna di informazione e sensibilizzazione mediante l’esposizione di manifesti sul tabacco e la consegna di materiale informativo e ha realizzato un servizio di messaggistica di sostegno attraverso una cartella condivisa. Inoltre ha organizzato l’attività del medico competente in modo che in occasione delle visite periodiche ai dipendenti prevedesse il cosiddetto “Minimal Advice” ossia un colloquio di durata molto breve in cui l'operatore sanitario fornisce al dipendente fumatore informazioni riguardo i rischi e raccomanda di smettere, una pratica scientificamente validata e che ha dimostrato di ottenere risultati costanti. In occasione della visita i fumatori sono stati valutati mediante apposito test, con inserimento dei risultati nella cartella sanitaria. L’iniziativa ha previsto anche la consegna sistematica ai fumatori di materiale informativo con i riferimenti dei servizi antifumo.

 

Le buone pratiche realizzate nel 2018 continueranno anche negli anni a venire, come previsto dalle indicazioni WHP, e saranno opportunamente adattate alle esigenze e preferenze dei lavoratori, così come quelle realizzate nell’anno precedente che invece avevano toccato i temi della promozione di una sana alimentazione e della promozione del benessere personale e sociale e della conciliazione vita-lavoro. Proprio in merito a quest’ultimo tema, nel 2018 Confartigianato, in collaborazione con l’associazione benefica “Con Giulia”, ha donato al reparto Oncologico Pediatrico dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo una rete Wifi a beneficio dei piccoli degenti.

 

Un grande lavoro quello di questi due anni di Whp che, in linea con le strategie della dirigenza, ha visto l’impegno di un gruppo tecnico di lavoro composto dal past-president Angelo Carrara, la responsabile delle Risorse Umane Sabrina Galizzi, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di Confartigianato Imprese Bergamo ed enti collegati Giorgio Marchesi, Simone Ciaccio, Giovanni Agazzi, Marco Martinelli, il rappresentante della commissione di dialogo Gianfranco Villa, insieme alla referente ATS Paola Facchinetti.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio