TINTO-LAVANDERIE: accolta la proposta di Confartigianato per la semplificazione dei requisiti di idoneità professionale

15.02.2019

 

Grazie a una proposta di Confartigianato, è stato inserito nell’ultimo Decreto semplificazione un emendamento per semplificare e rendere meno oneroso il percorso di accesso all’attività di tinto-lavanderia.

 

L’emendamento prevede una riduzione della durata dei corsi di qualificazione tecnico-professionale, dalle precedenti 450 a 250 ore: “La nostra proposta è stata accolta e inserita nel testo del Decreto Legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 12 febbraio – spiega Stefano Olivati, Presidente del Gruppo Regionale Pulitintolavanderie di Confartigianato Lombardia – Si tratta di un importante passo avanti in materia di semplificazione, perchè tutela la nostra professionalità ma al contempo diminuisce tempi e costi necessari per ottenere la qualifica per l’apertura di un’attività".

 

"Ora la partita passa a Regioni e Province Autonome, che ci auguriamo rendano rapidamente operative le nuove deliberazioni. Nel frattempo Confartigianato e ELFI si stanno attivando per poter proporre corsi di formazione secondo il nuovo standard, non appena sarà approvato anche nelle sue fasi finali", conclude Olivati.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio