ELEZIONI UE – 10 proposte, 5 anni per agire: Confartigianato presenta il Manifesto per i candidati alle elezioni europee

26.03.2019

 

Il 26 maggio i cittadini italiani sono chiamati ad eleggere il nuovo Parlamento europeo. Un appuntamento importante anche per il futuro delle piccole imprese del Continente: 24 milioni di aziende che creano il 67% dei posti di lavoro e quasi il 60 per cento del valore aggiunto.

 

Per Confartigianato è l’occasione per una svolta, un cambio di marcia che ponga le piccole imprese al centro dell’agenda politica ed economica di Bruxelles.

 

Confartigianato lo dice nel Manifesto ‘Un’Europa a misura di micro e piccola impresa. 10 proposte, 5 anni per agire’.

 

Un decalogo per i candidati italiani alle elezioni europee che è condiviso con SmeUnited, l’Organizzazione europea dell’artigianato e delle PMI di cui Confartigianato è membro fondatore. Insieme hanno promosso una campagna di iniziative con l’obiettivo comune di spingere i rappresentanti delle istituzioni che guideranno l’Europa a creare un ambiente favorevole ai piccoli imprenditori.

 

Nel Manifesto di Confartigianato spiccano le proposte per riformare il lavoro e i sistemi di protezione sociale, i finanziamenti per innovare ed investire, il sostegno alla digitalizzazione e per accompagnare le imprese sui mercati internazionali, regole di concorrenza che consentano a tutte le imprese di competere alla pari.

 

Il Presidente di Confartigianato Lombardia Eugenio Massetti riassume così l’obiettivo e i contenuti del Manifesto: “Abbiamo elaborato una serie di richieste del mondo delle piccole imprese e dell’artigianato italiano nei confronti di coloro che guideranno l’Europa nei prossimi 5 anni. Le abbiamo riassunte nel titolo ‘10 proposte, 5 anni per agire’ perché vogliamo offrire concretezza su temi prioritari per le MPI sui quali agire: internazionalizzazione, mercato con il Made in Italy, digitalizzazione, politiche sociali, economia circolare. Tutti temi sui quali la competenza europea è preponderante rispetto a quella nazionale. E per questo ci aspettiamo un’Europa molto più a misura di micro e piccola impresa”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio