LEGNO-ARREDO – I mobili made in Lombardia protagonisti sui mercati esteri

05.04.2019

 

 

 

Alla vigilia del Salone del Mobile l’Osservatorio di Confartigianato Lombardia fa il punto sul settore del mobile lombardo. Un settore che conta 5.340 imprese a forte componente artigiana (il 60,9%, per un totale di 3.253 imprese). Una percentuale  che raggiunge il 70% tra le nuove imprese nate nel 2018. Artigiane sono anche la quasi totalità delle imprese lombarde che operano nel settore della riparazione di mobili: 630 sulle 687 censite in Lombardia. 

 

Le aziende di produzione di mobili danno lavoro in Lombardia a 28.678 addetti, di cui 11.892 nell’artigianato (pari al 41,5%).

L’artigianato manifatturiero del mobile sta attraversando un momento positivo, con valori della produzione in costante miglioramento negli ultimi 3 anni (2016-2018) e una crescita del 2,6% nel 2018.

 

Ma è sul fronte dell’export che il settore del mobile fa registrare le migliori performance, come sottolinea il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti: “Il settore del mobile si conferma uno degli ambiti di maggiore espressione del valore artigiano – commenta – dove per valore artigiano intendiamo quell’insieme unico di saper fare, qualità, specializzazione tecnica, capacità di personalizzazione che dà vita a prodotti apprezzati e ricercati in tutto il mondo. Lo confermano i numeri del made in Lombardia all’estero, che vede la nostra regione in quinta posizione nella classifica dei 28 paesi europei per export di mobili. Per dare l’idea delle dimensioni della presenza lombarda all’estero, basti pensare che le sole vendite realizzate nel triangolo brianzolo – che comprende le province di Monza-Brianza, Milano e Como – eguagliano quelle dell’intero mercato francese".

 

L’export del mobile made in Lombardia vale nel 2018 2,8 miliardi di euro e cresce del 5,9% rispetto al 2017.

Questa la top ten dei principali mercati di destinazione : Francia (13,0%), Stati Uniti (11,1%), Germania  (8,8%), Cina (7,3%), Svizzera (7,1%), Regno Unito (5,1%), Spagna (3,2%), Russia  (3,2%), Belgio  (2,5%) e Emirati Arabi Uniti  (2,0%).

 

In Lombardia la provincia di Monza-Brianza è quella a maggior vocazione produttiva nel settore del mobile: è infatti la prima delle province italiane per maggiore specializzazione dell’artigianato nella produzione di mobili, la seconda provincia italiana per più alto numero di imprese artigiane registrate nel settore e la seconda della classifica nazionale per valore delle esportazioni di mobili.

 

“Il Salone del Mobile rappresenta un’importante occasione di visibilità e relazione per molti nostri associati – aggiunge Franco Montrasio, Presidente della categoria Arredo regionaleConfartigianato supporta la loro attività anche attraverso eventi dedicati come Woodstreet, un’esposizione organizzata dalla nostra associazione territoriale di Milano, Monza e Brianza in collaborazione con il Comune di Monza e Confcommercio per presentare la qualità e la genialità dei prodotti Made in Brianza. L’appuntamento per conoscere da vicino le creazioni delle nostre imprese  è dal 6 al 22 aprile a Monza presso l’Arengario”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio