DECRETO CLIMA: bene attenzione ad ambiente, ma servono modifiche a sostegno imprese

30.10.2019

In relazione al Decreto clima Confartigianato apprezzamento sulle motivazioni del provvedimento mirato alla sostenibilità e alla lotta ai cambiamenti climatici rilevando, tuttavia, la necessità di misure più incisive e coraggiose, supportate da adeguate risorse finanziarie da inserire nell’ambito di un programma strutturale di lungo periodo. E' quanto espresso in occasione dell’audizione in Commissione Ambiente al Senato.

 

E' stata occasione per ribadire le perplessità sull’ipotesi di eliminare o rimodulare in modo indifferenziato gli incentivi dannosi per l’ambiente, senza tener conto del ruolo svolto da misure strutturalmente compensative dei maggiori costi sostenuti dalle imprese italiane, così come sulle conseguenze che misure come quella sulla vendita dei “prodotti sfusi” possono generare sulle attività e sull’organizzazione delle imprese.

 

Confartigianato ha rilevato, infine, quanto sia fondamentale per intraprendere un serio e stabile percorso di sostenibilità, focalizzarsi non solo sugli aspetti ambientali ma anche sulle esternalità sociali, occupazionali ed economiche che alcune misure possono generare, valutazione che solo gli operatori del settore conoscono compiutamente. Per questo ha chiesto di aprire un confronto costante con il Governo per evitare alterazioni della concorrenza e gravi danni economici e sociali per il tessuto produttivo nazionale.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio