FORMAZIONE – Al via il percorso formativo per la preparazione dei dirigenti territoriali del sistema Confartigianato Lombardia. Il prossimo appuntamento per venerdì 20 marzo

28.01.2020

Ha avuto inizio sabato 25 gennaio all’Abbazia di Mirasole il percorso formativo per la preparazione dei dirigenti territoriali del sistema Confartigianato in Lombardia.

 

Ad aprire i lavori, alla presenza di 55 dirigenti provenienti da tutta la regione, il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti: “Non abbiamo promosso questo percorso di formazione per consuetudine, né tantomeno per moda, ma perché siamo consapevoli di quanto sia ardua la sfida che ci attende come organizzazione di rappresentanza degli interessi. Oltre che aiutare a costruire alcune competenze associative, la nostra ambizione è quella di far crescere dentro ciascuno la voglia, il desiderio di meglio comprendere la complessità del contesto odierno e di imparare a essere dirigenti”.

 

È poi seguito l’intervento del Vice Segretario regionale Sandro Corti, che ha presentato l’articolazione del programma e il metodo di lavoro, fortemente innovativo. Il primo autorevole contributo al percorso è stato quello del Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli, che ha illustrato i passaggi fondamentali della storia di Confartigianato nonché le prospettive e le sfide che l’oggi propone alla nostra Associazione.

 

Dalla genesi nel primo dopoguerra, delle prime associazioni territoriali, nate in risposta a bisogni molto concreti, e, fin da quel momento, consapevoli della assoluta necessità di “mettersi insieme”, alla fase del “collateralismo”. Passando per la definizione della prima Legge Quadro, l’organizzazione di strutture per offrire servizi alle imprese nelle Associazioni, per poi soffermarsi sul ruolo di supplenza svolto dalle rappresentanze di interessi negli anni ’90, fino alla necessità di avviare una profonda trasformazione delle Associazioni, richiesta anzitutto dagli straordinari cambiamenti in atto. Questi alcuni dei passaggi forti evidenziati su cui si è poi svolto un approfondimento con i partecipanti.

 

Nel pomeriggio Antonio Payar, in coerenza con le sollecitazioni del Segretario Generale Fumagalli, ha evidenziato e ulteriormente approfondito alcuni dei principali nodi aperti. Ha sottolineato la necessità non di “proporre” ma di “Ri-proporre” in modo assolutamente nuovo i valori alla base del nostro associarsi perché siano attrattivi, di Ri-pensare il senso del rappresentare in un contesto di disintermediazione e di crisi della autorità. Ha quindi illustrato il tema delle “competenze associative” da costruire giorno per giorno, e la indispensabile distinzione fra l’essere socio e cliente.

 

La giornata si è chiusa con il lavoro dei gruppi che hanno permesso un reale protagonismo dei partecipanti. L’Abbazia di Mirasole, luogo di bellezza, di lavoro, di solidarietà si è rivelato un contesto ottimale per il difficile lavoro formativo iniziato. Il prossimo appuntamento sarà venerdì 20 marzo.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio