CORONAVIRUS - Nuovo DPCM: Necessarie integrazioni Iista imprese essenziali e tempi tecnici utili a mettere in sicurezza le aziende

22.03.2020

 

 

“In questa nuova svolta di rigore necessario per fermare l’epidemia di Covid-19, il Sistema Confartigianato conferma l’affiancamento alle imprese associate che in questa emergenza hanno sempre dimostrato grande senso di “unità e responsabilità”; da sempre valori imprescindibili e che devono esserlo soprattutto in questo momento” ha commentato il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti, dopo l’intensa giornata di ieri che ha visto l’emanazione, sia a livello regionale che nazionale, di ulteriori provvedimenti restrittivi.

 

In attesa del DPCM si sta lavorando affinché oltre a diverse integrazioni della lista delle imprese essenziali già apparsa su alcuni media, che ricordiamo non essere quella definitiva, venga prevista la necessità di:

 

  • portare avanti attività non espressamente incluse nella lista, se funzionali a quelle essenziali, quando non si possono interrompere per ragioni tecniche e quando strategiche;

  • fare salve tutte quelle attività manutentive, legate a cicli produttivi e non, finalizzate a mantenere efficienti e in buono stato i macchinari e gli impianti in modo da non pregiudicare la capacità dell’impresa di essere produttiva alla piena ripresa dell’attività, nonché le attività di vigilanza;

  • dare alle imprese i tempi tecnici per mettere in sicurezza le aziende che devono chiudere, prevedendo quindi almeno uno o due giorni dall’entrata in vigore del nuovo DPCM.

 

 

 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA NOSTRA PAGINA DEDICATA ALL’EMERGENZA.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Le ultime news
Please reload

Le ultime news dal territorio
Please reload

Archivio