top of page

Home

TESSILE Confartigianato Lombardia: Perché escludere dagli interventi del MISE i distretti lombardi?


Sono pronte le misure previste dal Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno dei distretti tessili di Prato e Biella.


E non si è fatta attendere al riguardo la posizione di Confartigianato Lombardia, con il Presidente Eugenio Massetti:


Supportare le filiere che portano valore aggiunto all’intero Paese e costituiscono il nido dove crescono quei prodotti bandiera del Made In Italy nel mondo è sacrosanto, bene fa il Ministero dello Sviluppo Economico a sostenerne la competitività.


Quello che non si capisce è come mai la misura escluda altri distretti ugualmente rilevanti in termini di valore, come quelli lombardi, nello specifico quello comasco.


È evidente che il problema energetico interessa tutti, non sono Prato e Biella, anzi colpisce duramente le imprese travalicando confini regionali e settoriali.



Netta la richiesta di Lorenzo Frigerio, comasco, Presidente regionale della categoria:

Chiediamo dunque al Ministero di allargare i confini di un intervento del quale apprezziamo gli obiettivi, contestandone però il criterio esclusivo.


Innovazione e sostenibilità sono al centro del programma di sviluppo e crescita delle nostre MPI lombarde che meritano di essere incluse tra i destinatari della misura.




La misura

Il MISE ha destinato a Prato, per il 2022, 10 milioni di euro: 8 milioni per la concessione di contributi diretti alle imprese operanti nel settore tessile del distretto e 2 milioni per la realizzazione di progetti di sistema. Le risorse assegnate in favore di Biella sono pari a 5 milioni di euro per il 2022 e altrettanti per il 2023.

Commentaires


Le ultime news 
Le ultime news
del territorio
bottom of page