Home

LECCO - Future Manager Business School


Prenderà il via lunedì 23 settembre il corso per i futuri dirigenti di Confartigianato Imprese Lecco.


“Una nuova sfida per la nostra Associazione che punta ad essere sempre più forte e rappresentativa per le imprese artigiane associate – commenta il presidente di Confartigianto Imprese Lecco, Daniele Riva – Vogliamo arrivare alla fase dei rinnovi delle cariche associative, prevista nella primavera 2020, con assoluta determinazione e preparazione, coinvolgendo nuovi imprenditori che vogliano vivere da protagonisti la vita associativa. Ma prima serve conoscere a fondo la complessa macchina che è Confartigianato, sia a livello locale che regionale e nazionale. Entrare a far parte in modo attivo e propositivo di Confartigianato Imprese significa lavorare al fianco delle imprese investendo il proprio tempo per un obiettivo di comunità: acquisire nuove conoscenze a 360 gradi può rappresentare una crescita e un valore personale, per la propria impresa e per le aziende che rappresentiamo”.


“Abbiamo avuto un’alta richiesta di partecipazione da parte dei nostri associati – afferma Vittorio Tonini, segretario generale Confartigianato Imprese Lecco – Un centinaio le persone che hanno chiesto di seguire il percorso formativo. Di questi, sono stati selezionati 38 corsisti in rappresentanza di tutte le nostre categorie, dagli impiantisti agli acconciatori, dai meccanici a chi si occupa di nuove tecnologie. Abbiamo dato priorità a chi non ha mai ricoperto cariche all’interno di Confartigianato, nell’ottica di rinnovare il futuro gruppo dirigente. Questo non significa che frequentare il corso darà automaticamente accesso alle cariche di presidente, la gavetta vale anche in Associazione. Significa però allargare il cerchio delle persone che rappresentano ufficialmente Confartigianato, un ruolo molto delicato soprattutto in questo contesto socio-economico. Il corso intende far comprendere come rappresentare al meglio le istanze delle imprese associate interpretando i loro bisogni e facendo pesare il ruolo di Confartigianato a tutti i livelli. Sarà un percorso impegnativo, ma siamo certi anche e soprattutto ricco di stimoli e soddisfazioni”.


Obiettivi del corso:

  • Fornire ai potenziali nuovi dirigenti dell’Associazione un percorso di approfondimento e di sviluppo di conoscenze di base per l’assunzione di responsabilità a livello territoriale;

  • Favorire un processo di maggior consapevolezza del ruolo di Confartigianato nel non facile contesto economico e politico attuale;

  • Aprire a nuove risorse e soggetti motivati all’impegno lo spazio per esercitare una responsabilità dirigenziale;

A chi è rivolto:

  • All’attuale gruppo dirigente allargato, Presidenti e Consiglieri delle Categorie e delle zone;

  • A tutti gli associati che intendono assumere un ruolo di dirigente;

  • La partecipazione all’intero percorso è condizione “privilegiata” per diventare dirigente (frequenza obbligatoria)

Articolazione e temi:

Il percorso sarà strutturato in 7 incontri a cadenza mensile. Il primo appuntamento servirà per un’introduzione generale per focalizzare l’elemento valoriale che sta alla base dell’Associazione. Si toccheranno i valori fondanti dell’impegno associativo (il concetto di responsabilità, di bene “comune”, di servizio, di “competenza”, di stile relazionale). Si passeranno poi in rassegna ambiti incentrati su:

  • Alcuni elementi di contesto fondamentale in cui oggi opera Confartigianato.

  • Mission, ruolo, struttura organizzativa di Confartigianato.

  • Apprendimento delle capacità relazionali per interpretare i bisogni.

  • La sfida della globalizzazione e i suoi riflessi a livello territoriale.

  • Verso una società della conoscenza come cambia il modo di fare impresa “a valore artigiano”.

  • L’Associazione di categoria fra rappresentanza, lobby e servizi.

  • Come è organizzata e funziona Confartigianato: dirigenti/struttura, regole, articolazione interna (categorie/movimenti/territori/servizi), il sistema Confartigianato

  • I bisogni e le domande delle imprese oggi, come leggerle, interpretarle, gestirle.

I docenti:

Sono stati scelte personalità interne ed esterne al sistema Confartigianato ritenute le migliori per le tematiche trattate. Si alterneranno in “cattedra”:

Cesare Fumagalli, segretario generale Confartigianato Imprese

Luca Mocarelli, professore ordinario di Storia Economica presso l’Università Milano Bicocca

Francesco Samoré, direttore Fondazione Giannino Bassetti

Albino Gusmeroli, ricercatore Consorzio Aaster

Andrea Zampetti, Confartigianato Imprese

Enzo Mamoli, segretario generale Confartigianato Lombardia

Licia Redolfi, Osservatorio Regionale MPI Confartigianato Lombardia

Sandro Corti, Confartigianato Lombardia

Antonio Payar, Confartigianato Imprese

I lavori si alterneranno tra momenti introduttivi e conclusivi in plenaria e in gruppo. I partecipanti saranno assistiti e accompagnati da due tutor, Matilde Petracca, responsabile Welfare e Relazioni Istituzionali Confartigianato Imprese Lecco e Roberto Morselli, formatore specializzato.


I partecipanti:

38 partecipanti di cui 15 dirigenti e 23 associati

9 donne

Più giovane: classe 1992 (partecipanti fino a classe 1961)




Le ultime news 
Le ultime news
del territorio

SEGUICI SU

  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Icona sociale
  • Flickr Icona sociale

Confartigianato Imprese Lombardia ha sede in Viale Vittorio Veneto 16/a - 20124 MILANO

tel. +39.02.2023251 - fax +39.02.2043502 - C.F. 80154990156 - [email protected]

© 2018 Confartigianato Imprese Lombardia - Tutti i diritti riservati

Dati e informazioni contenute in questo sito possono essere liberamente utilizzati salvo citarne l'origine. 

Privacy and Cookie Policy