Home

INVASIONE DELL’UCRAINA - Massetti, Confartigianato: si lavori per la pace

I numeri dell’export lombardo in Russia


Le forze russe stanno assediando Kiev. “C’è grande preoccupazione per le conseguenze umanitarie ed economiche della guerra – sono le parole di Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia – Non possiamo che condividere le parole del Premier Draghi con la solidarietà più profonda al popolo ucraino: il ritorno alla guerra in Europa non può essere tollerato”.


Nel teatro di guerra - Russia e Ucraina - il complesso delle esportazioni lombarde negli ultimi 12 mesi ammonta a 2.624 milioni di euro (81% verso la Russia) mentre l’import raggiunge i 1.623 milioni di euro determinando un saldo positivo per 991 milioni.


Le conseguenze del precedente conflitto russo-ucraino di otto anni fa si sono scaricate interamente sulle esportazioni verso la Russia. Tra il 2013 e il 2021, infatti, per la Lombardia - prima regione per ammontare dell’export verso la Russia (2,1 miliardi di euro negli ultimi 12 mesi, pari al 28% del totale Italia) - si rileva un calo accumulato del -30,4%, in linea con quello nazionale ma più ampio di quello registrato dalle altre principali regioni manifatturiere (Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto). Il mercato russo in questi anni è comunque sempre rimasto tra i primi top 20 per ammontare dell’export, perdendo però posizioni e passando dalla 7^ occupata nel 2013 alla 14^ del 2021. Tra i prodotti più venduti dalle imprese lombarde in Russia, la diminuzione è stata pesant