top of page

Home

TV - La Lombardia primatista di export via Suez e Mar Rosso. La nostra analisi oggi nel TgR di Rai3


Anche oggi siamo protagonisti del telegiornale di Rai3 Lombardia a partire dall'edizione del TgR delle 14. Questa volta il tema è la crisi a Suez con il Made in Lombardy a rischio, in quanto la nostra regione esporta merci via Suez e Mar Rosso per 12 miliardi di euro l’anno, il valore più alto in Italia.

Ai microfoni Rai il nostro Segretario generale, Carlo Piccinato, con una disamina geo-politica suffragata dai dati dell'Osservatorio MPI, e la testimonianza dell'azienda La Padana Air Compressors, associata a Confartigianato Imprese Mantova, con l'imprenditore Giovanni Folloni.


L’allargamento al Mar Rosso della crisi in Medio Oriente, infatti, determina conseguenze sul commercio marittimo internazionale, in transito per il Canale di Suez, che potrebbero compromettere la ripresa prevista nel 2024. I Paesi maggiormente interessati per valore dell’intercambio commerciale via nave con Italia sono Cina, India, Arabia Saudita, Giappone, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Iraq, Indonesia.


L’escalation della crisi in Medio Oriente penalizza il sistema del Made in Italy e l’approvvigionamento di prodotti essenziali per la trasformazione della nostra manifattura, aggravando la frenata del commercio internazionale. La Lombardia in particolare è la più penalizzata: gli effetti della crisi del Mar Rosso, sommati alla stretta monetaria in corso e alla riattivazione delle regole europee di bilancio, potrebbero avere conseguenze sulla crescita, riducendo la fiducia e la propensione ad investire delle imprese e frenando il ciclo espansivo dell’occupazione, che nell’ultimo anno ha registrato un aumento di oltre mezzo milione (+551mila) di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato. Il rischio è che l’approccio ‘attendista’ delle imprese, che ancora sorregge la seppur flebile fiducia, possa degenerare in recessione.


Le ultime news 
Le ultime news
del territorio
bottom of page