Home

TV – Le calzature made in Lombardia protagoniste di TgEconomy



Un settore dove il saper fare e la capacità di “creare” bellezza è tutto. È il calzaturiero, comparto che vede Milano e la zona dell’Alto milanese (Parabiago e Cerro Maggiore sul podio) luoghi simbolo delle scarpe più amate e desiderate.


Nel prossimo appuntamento di TgEconomy, in onda martedì 22 marzo alle 19.25 su Telelombardia, uno spaccato sul calzaturiero lombardo, a pochi giorni dalla chiusura del Salone MICAM Milano. In studio a commentare le attese della ripresa delle manifestazioni in presenza, gli effetti del blocco del mercato russo e ucraino e gli ingredienti per una scarpa comoda e d’effetto gli esperti invitati da Confartigianato Alto Milanese: Lina Osto, calzaturificio Nebuloni e Confartigianato AM, Giovanna Ceolini vicePresidente di Assocalzaturifici e Raffaele Cucchi, Sindaco di Parabiago. Non perdere la puntata, sul canale 10 del nuovo digitale.


I numeri del settore:


IMPRESE - Le imprese del calzaturiero - Gruppo Ateco 15.2 – in Lombardia sono 888, di cui 361, pari al 40,7%, artigiane. La provincia in cui si concentrano principalmente queste imprese è Milano che ne conta 347 (39,1% del totale), di cui 30,8% artigiane, seguita da Pavia che ne conta 301 (33,9% del totale), di cui 53,2% artigiane. I comuni della prov