Home

CORONAVIRUS – Confartigianato ai tavoli con il Ministero degli Esteri per il rilancio dell’export ma

 

Confartigianato partecipa ai tavoli settoriali promossi dal Ministero degli Esteri per la promozione del Made in Italy. Si tratta di 12 confronti su altrettanti settori produttivi e ambiti di attività iniziati ieri con l’agroalimentare e l’innovazione. Fino al 21 aprile, il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, su incarico del ministro Luigi Di Maio, riunirà oltre 150 associazioni di categoria e rappresentanze imprenditoriali, per unire le forze produttive e il Ministero in una strategia comune: il Patto per l’export lanciato dallo stesso Di Maio.


Confartigianato interviene ai tavoli riguardanti i settori di punta del made in Italy, alimentare, moda, arredamento, con i Presidenti di Confartigianato Alimentazione, Moda e Arredo, tra cui Massimo Rivoltini. All’inizio di aprile, Confartigianato ha presentato al Ministro degli Esteri Luigi Di Maio un pacchetto di proposte per rafforzare l’internazionalizzazione delle micro e piccole imprese, in un momento così critico della congiuntura economica a livello globale. Si tratta di un piano complessivo, con misure sul fronte finanziario e di promozione internazionale, tarato sui bisogni reali dei piccoli imprenditori per dare un’immediata risposta all’attuale crisi conseguente all’epidemia da coronavirus e, al contempo, mettere le basi per una ripresa efficace che riporti al più presto l’export italiano ai livelli pre-crisi.