top of page

Home

REGIONE LOMBARDIA – Nuovo pacchetto economico, Linea Competenze a misura di MPI



Un nuovo pacchetto di misure dedicato alle imprese lombarde, l’ha presentato stamattina in conferenza stampa l’Assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Guidesi.


In totale il pacchetto vale 288 milioni di euro con misure che riguardano 6 aree:

· investimenti aziendali (210 mln euro)

· credito (16 mln)

· venture capital (40 mln)

· internazionalizzazione (7 mln)

· competenze (5 mln)

· commercio (10 mln)


“Sono misure interessanti, ma ciò che riguarda nello specifico le MPI e l’artigianato è la cosiddetta Linea Competenze che sostiene il rafforzamento delle conoscenze strategiche interne delle imprese” ha spiegato il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti. “Questa linea tiene conto dei contributi da noi portate nei diversi tavoli di confronto dove abbiamo evidenziato come, soprattutto nelle micro e piccole, il ruolo della formazione è determinante per supportare gli investimenti in innovazione e digitalizzazione”.

“Le aziende avranno a disposizione, su questa linea, voucher formativi del valore di 4 mila euro – dettaglia il Segretario generale di Confartigianato Lombardia, Carlo Piccinato – per corsi di formazione specifici per lavoratori e titolari, una misura complementare allo sviluppo degli investimenti in innovazione e digitalizzazione sostenuti da altri bandi promossi da Regione Lombardia. Il taglio rispecchia la dimensione e le possibilità delle nostre micro - piccole imprese e dell’artigianato”.


“Siamo sempre partiti da un concetto che riteniamo fondamentale, solo sostenendo le imprese si può sostenere l'occupazione – ha chiosato l’Assessore regionale allo Sviluppo economico Guidesi - Grazie, infatti, al rilancio della Lombardia c'è stata una tenuta dell'intera Italia. Il lavoro della Regione non si ferma e insieme a tutto il sistema lombardo stiamo rispettando quanto presentato mesi fa”.


“Anche sulla misura Internazionalizzazione, rispetto alla precedente edizioni, è stata accolta favorevolmente la nostra richiesta di ridimensionamento dell’investimento minimo (oggi 35 mila e nella precedente 50 mila) che però risulta ancora essere un parametro elevato per le MPI, che potrebbero - invece - essere agevolate dall’ammissibilità di investimento promosse da più imprese sottoforma di aggregazione” conclude Piccinato.



Le ultime news 
Le ultime news
del territorio
bottom of page