Home

CORONAVIRUS – Regione Lombardia: dal 1 giugno ulteriori riaparture

Con Ordinanza n. 555 Regione Lombardia dispone a partire dal 1 giugno, anche la riapertura delle seguenti attività: centri massaggi e centri di abbronzatura piscine palestre parchi tematici e di divertimento circoli culturali e ricreativi svolgimento di prove e attività di produzione di spettacoli dal vivo, in assenza di pubblico e a partire dal 15 giugno attività di spettacolo, cinema e teatri servizi per l’infanzia e l’adolescenza Con l’ordinanza regionale vengono inoltre aggiornate le Linee guida con le indicazioni operative per le nuove attività in apertura, e ulteriori aggiornamenti per altre attività tra cui: musei, ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste e altre attività commerciali;

ENERGIA – Massetti ‘Bene riduzione bollette per MPMI. Ora revisione oneri generali di sistema’

“La misura del Decreto Rilancio che riduce di 600 milioni i costi fissi nelle bollette elettriche delle piccole imprese nel trimestre maggio-luglio è un segnale di attenzione alle sollecitazioni di Confartigianato e va nella giusta direzione di fiscalizzare una parte degli oneri generali di sistema di cui le piccole imprese subiscono il peso maggiore. Ora bisogna insistere su questa strada, prorogando l’intervento oltre luglio e procedendo ad una revisione strutturale degli oneri generali del sistema elettrico” ha dichiarato Eugenio Massetti, Presidente Confartigianato Lombardia e Delegato Nazionale Energia e Utilities di Confartigianato. “È prioritario eliminare lo squilibrio che oggi vede

DL RILANCIO - Confartigianato: occorre evitare che i tempi di attuazione ne mortifichino l'effic

Le positive misure del Decreto Rilancio devono ora ‘scaricare a terra’ i loro effetti con la massima rapidità, senza intralci burocratici, e con un’intensità di dotazione finanziaria adeguata a consentire la ripresa del sistema produttivo. E' la rinnovata esortazione di Confartigianato. L’intervallo tra il dire e il fare ha mortificato l’efficacia di molti dei provvedimenti realizzati finora. Ci auguriamo serva da lezione per non ripetere lo stesso errore anche con il Decreto Rilancio caratterizzato da 266 articoli e che prevedono decine di ulteriori decreti attuativi. Per corrispondere alle aspettative delle micro e piccole imprese – che occupano il 65,7% degli addetti delle aziende itali

CORONAVIRUS - FASE 2: Massetti "Siamo molto preoccupati, a marzo e aprile già pe

"Le nostre imprese stanno riaprendo, più o meno rapidamente, ma dobbiamo stare molto attenti e rispettare le regole e le procedure, comportandoci sempre in modo responsabile. La strada verso la normalità sarà ancora lunga e non possiamo permetterci errori. La Lombardia non potrebbe sostenere un nuovo blocco, sia psicologicamente che economicamente". Così ha dichiarato Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Lombardia. "Il lockdown ha lasciato ferite profonde, sia nei conti delle MPI lombarde, che solo nel bimestre marzo-aprile hanno già perso oltre 25 miliardi di euro pari al 11% del fatturato annuo, che nella mente delle persone, arrivate ormai al limite. Ora la situazione è in migl

MODA - Il Presidente dei Tessili Lorenzo Frigerio, intervistato su Il Giornale, lancia l'allarme

Grido d'allarme delle MPI del settore moda: "Le forniture e le lavorazioni di 4-5 mesi fa spesso non sono state pagate. Risultano tantissimi insoluti, dal 30 al 70% a seconda della filiera e del distretto". Sono le parole del presidente dei Tessili nazionale e lombardo, Lorenzo Frigerio, intervistato oggi sulle pagine milanesi de "Il Giornale". Ai dati già preoccupanti del comparto - con cali del fatturato che il nostro Osservatorio stima del 59,1% a marzo e del 78,4% ad aprile - si aggiunge infatti la grave minaccia della mancanza di liquidità, come sottolinea Frigerio: "Forse nei provvedimenti per le imprese si doveva destinare una percentuale della liquidità proprio al pagamento dei forni

CORONAVIRUS - Regione Lombardia: dal 18 maggio riaprono musei, bar, ristoranti, parrucchieri e altre

Dopo l’approvazione del Dpcm, avvenuta solo nel tardo pomeriggio di oggi, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato questa sera l’ordinanza riguardante le riaperture di domani, lunedì 18 maggio. In Lombardia potranno riprendere le attività di musei, ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste e molte altre attività commerciali. Via libera anche alle funzioni religiose. Particolarmente rilevanti i provvedimenti più restrittivi assunti dalla Regione in relazione all'obbligo della misurazione della febbre per i clienti dei ristoranti e alla non riapertura di palestre e piscine. L’ordinanza della Regione prevede inoltre che su tutto il territorio regionale permane l’obbligo

CORONAVIRUS - Decreto Legge riaperture: misure da adottare dal 18 maggio

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la scorsa notte il decreto legge che delinea il quadro normativo nazionale all’interno del quale, dal 18 maggio al 31 luglio 2020, con appositi decreti od ordinanze, statali, regionali o comunali, potranno essere disciplinati gli spostamenti delle persone fisiche e le modalità di svolgimento delle attività economiche, produttive e sociali. In attesa della pubblicazione dei provvedimenti nazionali e regionali, queste in sintesi le indicazioni generali: SPOSTAMENTI A partire dal 18 maggio 2020, gli spostamenti delle persone all’interno del territorio della stessa regione non saranno soggetti ad alcuna limitazione. Lo Stato o le Regioni potranno adottare o

CORONAVIRUS - Decreto Rilancio: Massetti “Le modalità e i tempi di attuazione delle misure saranno d

"Il Decreto Rilancio, per come lo conosciamo oggi, coglie certamente una serie di richieste che abbiamo fatto per rimettere in gioco le imprese e il lavoro - ha dichiarato Eugenio Massetti, Presidente di Confargianato Lombardia. Ci preoccupano le modalità e i tempi di attuazione delle misure - contiuna Massetti - che faranno la differenza perchè gli esempi precedenti ci dicono altro: che vince la burocrazia a discapito della velocità di reazione, che è determinante" Il Presidente Massetti sottolinea inoltre come il decreto guardi ancora all’emergenza - corretto per un verso - con solo qualche apertura al rilancio dell’economia, che non si può pensare possa essere sufficiente a recuperare il

BERGAMO - L'Eco di Bergamo: Confartigianato dice no all'equiparazione di contagio e infortun

No all'equiparazione tra contagio da Covid-19 e infortunio sul lavoro: oggi il presidente di Confartigianato Imprese Bergamo, Giacinto Giambellini, ribadisce la posizione di Confartigianato sulle pagine de "L'Eco di Bergamo". "Come si può pensare - sottolinea Giambellini - che un'impresa artigiana già provata dopo aver responsabilmente sospeso l'attività, che ha riaperto adottando tutti i protocolli sanitari e di sicurezza investendo anche più delle proprie possibilità, e che sta soffrendo per la mancanza di liquidità, possa lavorare serenamente con questo clima?" E conclude: "Per questo Confartigianato chiede che venga rivista tale disposizione che è del tutto deleteria". L'articolo complet

CORONAVIRUS - Regione Lombardia: obbligo di rilevazione della temperatura nei luoghi di lavoro

Il Governatore Attilio Fontana ha firmato ieri sera l’Ordinanza n. 546 con la quale Regione Lombardia prevede alcune prescrizioni per i datori di lavoro, più restrittive di quelle statali, per garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro in Lombardia (es. attività produttive, uffici, negozi, attività aperte al pubblico etc.). I datori di lavoro dovranno osservare le seguenti prescrizioni: Il datore di lavoro o un suo delegato deve sottoporre il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea. Questa operazione deve essere effettuata anche quando, durante l’attività, il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria

FORMAZIONE - Altri tre eventi online con PMI Network

Continuano le attività di PMI Network, il progetto finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020 allo scopo di realizzare un’innovazione aperta a beneficio delle piccole e medie aziende. Sono tre gli eventi online in programma per il mese di Maggio: Martedì 19.05 - ore 11:00 - Tech Talk con Fabrizio Amarilli di Fondazione Politecnico di Milano “I finanziamenti europei per le PMI: opportunità e sfide”. Giovedì 21.05 - ore 14:00 - Presentazione di PMI network con Marco Tarabini di Politecnico di Milano “Dati Internet of Things e analisi Machine Learning". Giovedì 28.05 - ore 11:00 - Tech Talk con Andrea Bettoni di University of Applied Sciences

CORONAVIRUS - Allarme sul rischio penale dell’infortunio per Covid-19: oltre il danno la beffa

“Oltre al danno la beffa – commenta il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti – Gli imprenditori, già tartassati da moltissimi costi legati all’emergenza Covid-19, rischiano anche di vedersi citare in giudizio dopo tutti gli sforzi sostenuti per lavorare in sicurezza. Parliamo di costi legati alla sorveglianza sanitaria e alla gestione della sicurezza, di spese e difficoltà per procurarsi i dpi, di costi sostenuti per agevolare i trasporti personali casa-lavoro dei propri dipendenti, per implementare lo smart working, per stipulare coperture assicurative RC per azienda e dipendenti. E ancora dei costi legati alle assenze e sostituzione di dipendenti, uniti a quelli per acc

CORONAVIRUS - Confartigianato al Senato: ‘A rischio 650.000 addetti delle MPI. Servono norme semplic

L’emergenza Covid19 e le misure di lockdown mettono a rischio oltre 650 mila addetti nelle micro e piccole imprese della manifattura, delle costruzioni e dei servizi non commerciali. L’allarme arriva da Confartigianato intervenuta in Commissione Lavoro del Senato ad un’audizione sulle ricadute occupazionali dell’epidemia. I rappresentanti della Confederazione hanno sollecitato misure urgenti per arginare le conseguenze della crisi sulle MPI e costruire le condizioni per la ripresa. Sul fronte degli ammortizzatori sociali, hanno segnalato la rapidità con cui il Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato ha erogato fin dall’8 aprile le prestazioni di sostegno al reddito per i dipendenti

CORONAVIRUS - Confartigianato al Governo: Piccole imprese punto di forza per ripresa del Paese

"La piccola impresa diffusa di territorio, che ha consentito all’Italia di rimanere il secondo maggior Paese manifatturiero in Europa e leader globale nei settori del made in Italy (agroalimentare, moda, legno-arredo e meccanica), è il punto di forza su cui fare leva per la ripresa del Paese. Vanno accuratamente evitate ipotesi di intervento che vedono il nostro sistema produttivo come un elemento di debolezza”. Lo ha sottolineato il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti durante il suo intervento in videoconferenza all’incontro a Palazzo Chigi sulle misure del ‘Dl maggio’. Il Presidente Merletti è intervenuto all’incontro con il Governo alla presenza del premier Giuseppe Conte, del

CORONAVIRUS - Decreto Legge Liquidità: le richieste di Confartigianato in materia di credito e fisca

Confartigianato propone una serie di modifiche al Decreto Liquidità in discussione alla Camera. Nel merito fiscale si chiede: sospensione dei versamenti di giugno 2020, compreso il versamento della prima rata di IMU relativa agli immobili strumentali alle attività d’impresa e di lavoro autonomo che andrebbe effettuato unitamente alla seconda rata in scadenza il 16 dicembre 2020; ripresa di tutti i versamenti sospesi non prima di agosto 2020 anche mediante rateazione in 12 rate mensili a decorrere sempre dal mese di agosto 2020; proroga a settembre 2020 dei versamenti delle imposte a saldo ed in acconto risultanti dalle dichiarazioni dei redditi ed IRAP relative al periodo d’imposta 2019 come

API MILANO - Credito: Daniele Guerzoni racconta al Corriere della Sera del suo finanziamento per cre

In tempi di crisi ci sono anche imprenditori che vogliono crescere: come Daniele Guerzoni, imprenditore associato ad API Milano Confartigianato, che ha chiesto alle banche un prestito di mezzo milione di euro per ampliare l'attività e investire in nuove tecnologie. Eppure tutti gli hanno chiesto di attendere: "Non sanno come fare, quanto finanziare e con quale tasso e la garanzia dello Stato si sta rilevando un ostacolo", ha raccontato in un'intervista sulle pagine del Corriere che rivela come il rapporto con le banche sia oggi particolarmente difficile anche per chi sceglie di investire sul futuro. Leggi l'intervista completa qui.

CORONAVIRUS - Il Presidente Massetti oggi su Il Giorno - Milano: "Nella fase 2 riapre un'im

Oggi il Presidente di Confartigianato Lombardia, Eugenio Massetti, parla della Fase 2 delle imprese artigiane lombarde in un'intervista su Il Giorno - Milano. "Domani ripartiranno in Lombardia 92mila imprese artigiane e 220 mila addetti - afferma Massetti - Ma serve un supporto concreto e rapido delle Istituzioni perchè le nostre imprese possano ripartire davvero. A partire dalla velocità nell'erogare la liquidità e da indennizzi a fondo perduto, due fattori chiave per poter iniziare a lavorare da subito". Leggi l'intervista qui. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA NOSTRA PAGINA DEDICATA ALL’EMERGENZA.

SEGUICI SU

  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Icona sociale
  • Flickr Icona sociale

Confartigianato Imprese Lombardia ha sede in Viale Vittorio Veneto 16/a - 20124 MILANO

tel. +39.02.2023251 - fax +39.02.2043502 - C.F. 80154990156 - [email protected]

© 2018 Confartigianato Imprese Lombardia - Tutti i diritti riservati

Dati e informazioni contenute in questo sito possono essere liberamente utilizzati salvo citarne l'origine. 

Privacy and Cookie Policy